5 ciottoli

Switch to desktop

Riflessioni

GRAVITÀ

Pubblicato in Riflessioni

Ascensione del Signore – Anno C - 2019

In ambito spirituale la parola “gravità” ci rimanda subito al peccato, al rimprovero, all’errore, alla colpa. Ancora oggi questa parola potrebbe essere usata per segnalare prossime calamità a compimento di antiche profezie, o per denunciare un reato, ecc...

MI AMI?

Pubblicato in Riflessioni

III^ di Pasqua – 2019

E’ la domanda più inquietante perché attende la risposta più desiderata o temuta: Mi ami? Niente è nessuno può obbligare un’altra persona ad amarla. Siamo liberi di scegliere, di rispondere: Si oppure No. La risposta, solleva o meno dalla nostra inquietudine alla solitudine. Non stiamo bene da soli, ma non stiamo bene neppure con qualcuno che non ci ama.

RISVEGLIO

Pubblicato in Riflessioni

Pasqua 2019 – anno C

Recito il rosario da molti anni, più volte al giorno. Sono in buona compagnia con tutti quei cristiani che in modo silenzioso e umile, affidano la loro vita alla “storia della salvezza”. E’ una storia fatta di annunci, a partire da Abramo, i profeti, la vergine Maria e continua oggi con la risurrezione di Cristo, primogenito dei risorti. E’ questo annuncio che orienta alle cose essenziali.

V^ domenica di Quaresima anno C – 2019

Dove mi colloco in questo tempo? Tra coloro che cercano la giustizia di Dio? O piuttosto sono tra le fila di chi proclama diritti, e grida libertà per godere dei piaceri della vita, alterando ogni etica e morale? Sembra il tempo del: “tutto è lecito”, ignorando in modo palese, l’esistenza di leggi ed equilibri che sono propri della vita e dell’esistenza stessa. Potremmo entrare nei temi caldi della politica dei questi giorni, della tanto discussa famiglia, dei figli, degli omosessuali, della pedofilia, ecc. In molti chiedono: “Tu che ne pensi? Dove ti collochi?”… Neppure il vangelo resta a guardare, e racconta delle tensioni inevitabili tra coloro che scelgono di appartenere al Signore, o chi fa della legge il suo signore.

RITROVARE

Pubblicato in Riflessioni

III^ domenica di Quaresima – anno C - 2019

“Così non si può andare avanti, tutti se ne approfittano, tutti imbrogliano, i soprusi sono sistematici, insopportabili e per giunta non s’intravvede nessuna prospettiva nuova. Anzi proprio quelli che avevano promesso speranza, presto ci hanno delusi!” Abbiamo sentito spesso lamentele come queste.

Lagnarsi è facile, più difficile è proporre soluzioni. Deprecare le violazioni dei diritti, stilare comunicati ufficiali, proclamare o gridare la propria indignazione, può anche portare qualche beneficio, ma il più delle volte le denunce, specie quando si riducono a gesti formali e a dichiarazioni diplomatiche, rimangono lettera morta. Ci siamo persi qualcosa?